il dio della vendetta

Un’immagine del terremoto di Messina

Roberto De Mattei, professore di Storia della chiesa e del cristianesimo, e numero due del Cnr, dice che «c’è un rapporto tra le rovine materiali e quelle spirituali che colpiscono le città e i popoli», e porta a mo’ di esempio il terremoto del 1908 che distrusse Messina. Fu una punizione divina contro una città atea, profana e blasfema, spiega il professore. La controprova starebbe nel fatto che una delle pochissime costruzioni a rimanere in piedi fu la Casa dei poverelli di padre Annibale di Francia, che negli anni precedenti il terremoto si era prodigato contro la dissolutezza dei costumi dei suoi concittadini fino a pregare perché dio li punisse come meritavano.
Per dire dell’attualità, il professore considera il terremoto che ha colpito Fukushima e altre città in Giappone come un «segno della bontà di Dio».
Guido Ceronetti, invece, dalle pagine del «Corriere della Sera» spiega la tragedia di Fukushima come un segno evidente del freudiano Todestrieb (pulsione di morte), che sovrabbonda nella letteratura e nella storia del Giappone. Perché diavolo altrimenti avrebbero costruito – loro che sono a rischio sismico elevatissimo – quelle centrali nucleari e in così gran numero?
Invertendo i fattori – Fukushima come esempio della collera divina contro una popolazione superba e dissoluta che ha dimenticato dio e il terremoto di Messina come evidenza del Todestrieb siciliano – non cambia di molto la forza dell’argomentazione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in culture e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...